Caccia ai ladri di fiches nel casinò Bellagio di Vegas

LAS VEGAS - La polizia di Las Vegas ha arrestato un ragazzo di 24 anni ed è alla ricerca di un secondo uomo dopo il furto di fiches del valore di 115.000 dollari perpetrato al casinò Bellagio sulla Strip di Las Vegas. Gli uomini avrebbero tentato di distrarre il croupier facendo uso di uno spray al pepe.

Fisches BellagioSecondo gli archivi della polizia, Michael Belton di Nuevo è stato detenuto nella giornata di lunedì presso la prigione Clark County jail con le accuse di rapina, furto con scasso e cospirazione. Dovrà costituirsi in tribunale martedì.

Stando alla ricostruzione dei fatti, il personale del casinò sarebbe riuscito ad acciuffare Belton, travestito con tanto di parrucca e occhiali da sole, e a stenderlo sul pavimento del casinò, costringendolo a rendere 23 fiche rosse, bianche e blu appena prima delle 23 di sabato. Ciascuna fiche aveva un valore pari a 5.000 dollari. Il suo complice invece è riuscito a fuggire.

Belton ha dichiarato di aver preso parte alla rapina perché è disoccupato e i suoi nonni sono malati.

Non è certo la prima volta che il casinò di Bellagio subisce una rapina di questo tipo: a dicembre del 2010, uno sconosciuto, pistola in pugno, aveva sottratto in pochi minuti fiches per un controvalore di 1.500.000 dollari. In quel caso, l'uomo si era introdotto nel casinò indossando un casco integrale ed una giacca di pelle: armato, aveva sottratto le fiches e dopodiché era uscito indisturbato allontanandosi in scooter.

L'aspetto più curioso, a cui forse i ladri improvvisati non pensano, è che ben difficilmente potranno convertire quelle fiches in denaro: infatti diversi casinò utilizzano metodi di tracciabilità, per evitare che si verifichino frodi o cose simili, analogamente a quanto avviene quando dei ladri rubano biglietti della lotteria o gratta e vinci.