Croupier di blackjack accusata di omicidio a seguito della morte di una bambina a Las Vegas

Una croupier di blackjack è stata accusata di rapimento e omicidio oggi, a seguito della morte della figlia del suo ex fidanzato, a cui si aggiunge l'accusa di aggressione colposa poche ore dopo nei confronti di una collega presso il casinò Bellagio sulla strip di Las Vegas.

Acquisti natalizi

Brenda Stokes WilsonBrenda Stokes Wilson, 50 anni, era andata a prendere la piccola Jade Morris, 10 anni, per portarla a fare shopping lo scorso mese, ma invece l'ha portata in un parcheggio vuoto e l'ha uccisa, secondo quanto riportato dalla polizia.

L'accusa ha riferito a un giudice che i test del DNA hanno rilevato la presenza di tracce di sangue della bambina sugli indumenti indossati da Stokes Wilson quel giorno, nonché sulla maniglia della porta lato conducente e sul volante dell'auto che la donna aveva preso in prestito.

La croupier di blackjack aveva le mani sporche di sangue

Stokes Wilson era andata a prendere la bambina alle 17 circa il 21 dicembre, aveva quindi restituito il veicolo poco dopo le 19 ed era stata poi fermata con la forza al Bellagio intorno alle 21:30, con delle lame di rasoio in entrambe le mani e altri tre rasoi in una borsa, secondo quanto riferito dalla polizia.

La croupier di blackjack potrebbe essere condannata all'ergastolo o alla pena di morte. I funerali della bambina si terranno il 9 gennaio.